[traduzione] Come traduciamo Favicon?



  • @newscpq:

    Tradurre, serve!

    Serve IMPARARE.

    Se non hai voglia di imparare non importa che un termine sia in italiano o in aramaico braille, vivrai sempre nel'ignoranza.

    E gli integralisti/non sono mai serviti a niente e a nessuno.

    Se vuoi preoccuparti dell'italianità preoccupati di cose intelligenti, tipo il fatto che le ennesime azienda italiane Ansaldo e Ansaldo STS sono state cedute senza tanti problemi, l'altro ieri.

    Quello è un problema, non chiamare mouse il mouse.

    Di gente che al posto di vedere la luna vede il dito ne abbiamo già fin troppa, non non serve che la fila si allunghi.


  • Vivaldi Translator

    @newscpq:

    Fatti salvi gli interventi di The_Silutir, che esprime sempre la verità assoluta, tutti I pareri sono personali, tranquillo, di' pure quello che vuoi.
    Secondo me (ma devo veramente precisarlo?), tu capisci RSS solo perché usi il computer da 20 o 30 anni, ma la mia compagna di 38 che aveva l'abbonamento a megaupload e usa photoshop da Dio, non ha la minima ideea di cosa significhi.
    Tradurre, serve!

    Non è che io capisco RSS più della tua ragazza, ma semplicemente quando navighi in internet nei siti italiani è quella la scritta che trovi. Informandomi ho poi compreso cosa sono e se mi potessero essere utili.
    Li possiamo chiamare anche "Pippo" ma quando la tua ragazza navigando in un sito passera il cursore sopra l'iconcina arancione che li identifica, gli uscirà la scritta RSS, generando il dubbio che sia una cosa diversa da "Pippo".
    Come hai giustamente fatto notare nei post successivi, quei simpaticoni degli Americani hanno chiamato il sistema di puntamento Mouse, che in italiano si traduce appunto in Topo. Pero dubito che ci sia qualcuno che entri in un negozio di informatica dicendo: "Buongiorno, vorrei comprare un Topo", si magari qualcuno c'è ma certamente lo direbbe per fare il simpatico.
    Un altro esempio è "Floppy Disk", raramente lo si chiamava "Dischetto".

    Una altro esempio è "email", nel 90% dei siti in cui c'è la voce "Contattaci" c'è una cosa simile a "E-mail: info@ pluto.it" e per noi che viviamo in questo ambiente non abbiamo dubbi, ma la tua ragazza che è abituata a utilizzare Vivaldi :whistle: e quindi conosce "Messaggi" magari qualche dubbio potrebbe venirgli.



  • Chiamare gli RSS veline non è come chiamarli pippo, perché veline è una parola che sta sul dizionario italiano ed ha un significato specifico e comprensibile a tutti gli italiani, come topo e stretta di mano, per gli inglesi.
    Noi (informatici) siamo abituati a parlare di materie informatiche con termini incomprensibili, ma gli inglesi mica sono così scemi: loro usano termini comprensibilissimi anche al 90enne ignorante (inglese): topo è topo e stretta di mano è stretta di mano.
    La semantica conta: anche a scuola t'insegnano a dare dei nomi sensati alle variabili e a non chiamarle tutte pippo, o fi*a, o tette.



  • @newscpq:

    perché veline è una parola che sta sul dizionario italiano ed ha un significato specifico e comprensibile a tutti gli italiani

    Buona idea, anzi estendiamola.

    Chiamiamo gabibbo lo speed dial :D


  • Vivaldi Translator

    Pippo era un esempio, il concetto non cambia.
    Possiamo chiamarli come vogliamo ma in internet si chiamano RSS per me, per te, per la tua ragazza e per chiunque altro.
    A dire il vero è più corretto Feed che possono essere di due tipi, Feed RSS o Feed Atom, se poi vogliamo essere diversi a tutti i costi e chiamarli "Flusso" non ci sono problemi.


  • Vivaldi Translator

    Adesso che ho sottomano un PC posso risponde anche a "perché veline è una parola che sta sul dizionario ".

    Se andiamo sul sito della Treccani e cerchiamo e-mail salta fuori http://www.treccani.it/vocabolario/e-mail/
    Mentre se andiamo in "Contatti" direi che il termine e-mail è abbastanza utilizzato.
    E se andiamo in basso a DX della stessa pagina cosa troviamo? il mitico "Feed Rss".

    E questo è il sito della Treccani. :(

    Quindi continuo a non afferrare perché si debba usare traduzioni di parole che quasi tutti usano Inglese.

    Non voglio dire che io o ragione e tutti gli altri no, però mi piace argomentare le mie posizioni, e nel momento in cui capisco che quelle degli altri sono più valide sono prontissimo a cambiare le mie.



  • La questione è annosa e complessa.

    Chi dice che "Noi (informatici) siamo abituati a parlare di materie informatiche con termini incomprensibili" non si rende conto che di solito tali termini sono discretamente comprensibili proprio se si è un informatico. Il punto è proprio l'opposto: renderli comprensibili a tutti.

    La ragazza che non sa cosa siano, sull'iconcina dei feed probabilmente non ci andrà mai nemmeno per curiosità e se ci andrà vedrà qualcosa di poco comprensibile e non cliccherà (e questo è solo uno dei motivi del poco successo di tale utilissimo mezzo).

    La traduzione serve proprio a rendere utilizzabile il mezzo informatico anche a chi non vuole, non sa, non può, non riesce ad imparare qualcosa di difficile come può essere una terminologia lontana dalla propria lingua e dalla propria vita (del resto i termini inglesi sono vicini alla vita dell'utenza inglese, non a caso) e non si tratta di vedere lune o dita…

    Il problema Ansaldo sts e AnsaldoBreda è lo stesso identico delle traduzioni.
    In Francia i francesi avrebbero fatto di tutto per mantenere di proprietà francese tali aziende così come il mouse lo chiamano "la souris" (in italiano sarebbe sorcio, ma in francese è femminile).
    Invece in Italia ce ne freghiamo di essere italiani e così il mouse non lo chiamiamo topo (o sorcio) e svendiamo le nostre aziende pur di far soldi che fanno arricchire solo quattro gatti a discapito di tutta la Nazione (che poi siamo tutti noi).
    Lo stesso può dirsi di FIAT, anzi FCA; i francesi col cavolo che farebbero andar via dalla Francia la sede legale e fiscale di PSA ed i vertici di tale azienda mai si sognerebbero di farlo, invece da noi si è fatto alla luce del sole senza che nessuno protestasse granché.
    Dunque il lottare per essere anche noi un po' più francesi (almeno per spirito patriottico) non può che far bene anche se essendo pochi a crederci si fatica ad ottenere gli stessi risultati (anche per colpa dei mezzi di informazione)...

    Detto questo, però, non si può non considerare lo stato di fatto.
    Per questo non si può far altro che tradurre "Feed" come in Opera: Feed.
    E, come in Opera, andando sull'icona dei feed non può che apparire il messaggio "Elenco dei feed" (al limite si può aggiungere prima di feed la parola "news", sempre inglese, ahimè).

    Però sui "Messaggi", su "Indirizzo di posta elettronica" c'è la possibilità di usare tale terminologia ed è quindi, secondo me, un dovere farlo, come del resto è sempre stato su Opera, perché se dici topo al negoziante di informatica ti guarda storto, se leggi sulla configurazione di Opera o Vivaldi "Indirizzo di posta elettronica" non fai altro che aiutare chi fatica a configurarlo (l'utonto?) e non fai torto a nessuno.

    Ciao, Igor

    P.S.: newscpq: hai problemi con le o? :p
    P.P.S.: Ad averne la possibilità mi sarei comprato io l'AnsaldoBreda, sai che bei treni avrei prodotto!!! :(



  • Premesso che non serve a niente, sul computer, precisare che la posta è elettronica (giusto?), perché è pleonastico, e quindi finiamola di dire che "messaggio di posta elettronica" è troppo lungo, perché sarebbe solo "messaggio", aggiungo:

    @igorditerni:

    La traduzione serve proprio a rendere utilizzabile il mezzo informatico anche a chi non vuole non sa, non può, non riesce ad imparare qualcosa di difficile come può essere una terminologia lontana dalla propria lingua e dalla propria vita (del resto i termini inglesi sono vicini alla vita dell'utenza inglese, non a caso) e non si tratta di vedere lune o dita…

    G R A Z I E , Q U O T O T U T T O

    @igorditerni:

    Dunque il lottare per essere anche noi un po' più francesi (almeno per spirito patriottico) non può che far bene anche se essendo pochi a crederci si fatica ad ottenere gli stessi risultati (anche per colpa dei mezzi di informazione)…

    C O N D I V I D O

    @igorditerni:

    Detto questo, però, non si può non considerare lo stato di fatto.

    E S A T T O

    @igorditerni:

    Per questo non si può far altro che tradurre "Feed" come in Opera: Feed.

    E H NO , M A C O M E ? ! :-D

    Ascolta, è il contrario: data la pessima situazione, dobbiamo insistere (che poi si chiamerebbe "iniziare"), altrimenti non cambia mai niente.

    Non mi far lanciare un hashtag! ;)



  • feed tradotto come flusso, mi fa un po' senso… (le ali, quelle robe lì...).

    Piuttosto:

    • abbonamento (se è l'azione di sottoscrivere)
    • stazione, o emittente, o canale, ... (se è la fonte delle notizie)

    news, beh questa è semplice, no?

    • notizie (perché inventarsi altro?)


  • @newscpq:

    G R A Z I E , Q U O T O T U T T O

    No, ma veramente, ci fai una capa tanta e poi scrivi QUOTO invece di CONDIVIDO o di CITO TUTTO?!?!?! :whistle:

    Vergogna! Fai il mea culpa e scrivi 100 volte "non lo faccio più" in ginocchio sui ceci!!! :evil:

    Purtroppo, e qui non posso che dare ragione a The_Solutor, noi (voi) non stiamo parlando di tradurre un proprio programmino fatto in casa o di tradurre qualche funzione assolutamente nuova e quindi mai tradotta. Il termine Feed ormai è convenzionalmente non tradotto in Italia e quindi non si può tradurre per un programma di larga diffusione (e che si spera cresca in fretta) e che punta a diventare un competitore a livello internazionale. La traduzione deve essere coerente con quella dei concorrenti, nel bene e nel male.
    L'unica cosa che si può fare è rendere i fumetti dei commenti alla funzione (quelli che compaiono quando si mette il mouse sopra al pulsante) il più chiari possibile, come è già fatto in Opera (dove appare "Elenco dei feed") e come ho scritto già.

    Ciao, Igor

    Edit.: P.S.: Sì, posta "elettronica" è superfluo, infatti in Opera c'è scritto "Indirizzo di posta".



  • Sul destino di Vivaldi, ti sbagli: per ora siamo mezzo milione e l'obiettivo è di arrivare a "a few millions" per arrivare a fare profitto, parola di von Tetzchner (che peraltro lo ha definito il browser per i pochi amici - rimasti).
    Ma poi nemmeno Opera, in 15 anni, è stato anche solo lievemente rilevante, per poi non contare più nulla di fronte a FF e Chrome, quindi cala le ambizioni…

    Ma poi il punto non è la quantità o la diffusione: ma la qualità. E' di pessima qualità tenere i termini inglesi in una traduzione, soprattutto quando ci sono termini italiani appropriati e perfetti.

    Nessuno ci costringe ad usare feed, per parlare di canali specializzati in notizie (canali) e, se davvero vuoi essere "il più chiaro possibile", come scrivi, allora per favore dimmi qual è la cosa più chiara:
    1. "Elenco dei feed"
    2. "Elenco dei canali"

    Non ha senso quello che dite. E' solo resistenza al cambiamento.



  • Non sono canali…

    Ciao, Igor


Log in to reply
 

Looks like your connection to Vivaldi Forum was lost, please wait while we try to reconnect.